12.7 C
Roma
sabato, Novembre 27, 2021
No menu items!
spot_img
HomeCronacaPolizia: ultime news. BANDA DI LADRI SERIALI SUDAMERICANI PROVENIENTI DA MILANO ARRESTATI...

Polizia: ultime news. BANDA DI LADRI SERIALI SUDAMERICANI PROVENIENTI DA MILANO ARRESTATI IN FLAGANZA DALLA SQUADRA VOLANTE DELLA POLIZIA DI STATO.

Dal sito della Polizia di Stato:

Gli agenti della Squadra Volante, nella mattinata di ieri, dopo intense ma rapide ricerche effettuate nell’hinterland perugino, sono riusciti ad intercettare ed arrestare 4 cittadini extracomunitari di origini sudamericane specializzati in furti seriali, responsabili di aver commesso un duplice furto di borse ai danni di due donne che si trovavano all’interno di un supermercato di Ponte Felcino – Una vera e propria banda, altamente specializzata: due peruviani, rispettivamente di 19 e 23 anni, e due cubani di 31 e 57 anni che, avevano fatto del “furto con destrezza” la propria attività  principale – Il target delle loro vittime: donne intente a fare la spesa all’interno di supermercati, centri commerciali o presenti nelle zone affollate di vari quartieri e città d’Italia, nelle ore di punta – L’allarme è pervenuto alla Sala Operativa della Questura di Perugia, dal responsabile    di un esercizio commerciale, il quale ha riferito che 4 soggetti, dopo aver repentinamente sottratto le borse a due clienti, intente ad effettuare degli acquisti, si erano precipitosamente alla fuga, dapprima a piedi, rincorsi da personale del negozio e, successivamente, con un’autovettura, dileguandosi pericolosamente ad altissima velocità. Le descrizioni dei 4 criminali e del mezzo hanno permesso alle pattuglie della Squadra Volante di organizzare le ricerche strategicamente, “stringendo” il territorio in una manovra a tenaglia che, da li a poco, ha permesso di localizzare e bloccare i fuggitivi all’altezza del quartiere di Ponte San Giovanni – A nulla sono valse le numerose e pericolose manovre effettuate per sfuggire alla Polizia né, tanto meno, il tentativo di disfarsi della merce rubata gettando alcuni oggetti dal finestrino – recita il testo pubblicato online. Durante i controlli, i 4 sono stati trovati in possesso di un’ingente quantità di materiale, borse da donna e borselli da uomo, ombrelli e occhiali tutto rigorosamente griffato oltre a denaro, per un totale di oltre 500€, del quale non sono stati in grado di motivare il possesso – riporta testualmente l’articolo online. I 4 uomini, titolari di numerosi “alias” – false identità dichiarate in precedenti controlli – presentano tutti precedenti di Polizia specifici per i reati di furto, rapina ed estorsione risultando irregolari sul Territorio Nazionale – L’autovettura della fuga, sottoposta a sequestro, invece, è risultata radiata dalla circolazione a seguito di una indagine a carico del proprietario risultato intestatario, in qualità di prestanome, di oltre 200 autovetture incardinate in un giro di attività criminali legate anche a reati di truffa – si legge sul sito web ufficiale. I 4 sudamericani, sono stati tratti in arresto dagli agenti della Squadra Volante e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, trattenuti presso i locali di sicurezza della Questura, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata odierna – La “batteria” criminale, proveniente da Milano, è stata in grado di mettere a punto numerosissimi colpi in tutta la penisola ma la loro tournée criminale è stata stroncata grazie all’azione sinergica dei cittadini perugini e alla Polizia di Stato – Decisivo è stato l’intervento degli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Perugia che grazie alla presenza capillare sul territorio della provincia intende porsi quale costante punto di riferimento della collettività del capoluogo – recita il testo pubblicato online.

Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio informazione della Polizia di Stato. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, riportato integralmente, e’ stata divulgata, alle ore 12, anche sulle pagine del portale web della Polizia di Stato, sezione Questure, sul quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte: questure.poliziadistato.it

Può interessarti anche
- Advertisment -
Google search engine

Ultim'ora