9.4 C
Roma
mercoledì, Gennaio 26, 2022
No menu items!
spot_img
HomeCronacaPolizia, comunicato: Varese: sequestrati 15milioni di euro

Polizia, comunicato: Varese: sequestrati 15milioni di euro

Polizia, ultime dal sito:

Eseguito dai poliziotti dalla questura di Varese un sequestro ai fini di confisca di beni, per un valore di oltre 15 milioni di euro, ad un imprenditore attivo nel settore edilizio ed immobiliare della zona di Saronno – riporta testualmente l’articolo online. L’operazione è scaturita dalle indagini patrimoniali eseguite dalla divisione Anticrimine della Questura, coordinate dal servizio centrale Anticrimine, su 72 fabbricati, 22 terreni, veicoli, autovetture di lusso, gioielli, orologi di pregio e 30 conti correnti bancari – aggiunge la nota pubblicata. Dalle indagini è emerso che il destinatario del sequestro era già gravato da varie condanne per reati finanziari e contro la persona e ha un debito nei confronti dell’Erario di circa 17 milioni di euro – riporta testualmente l’articolo online. Gli investigatori hanno scoperto che l’imprenditore aveva una grossa disponibilità economica derivante da proprietà immobiliari e quote societarie, che al fine di sottrarre a possibili controlli e sequestri, aveva intestato, nel corso degli anni, a prestanome mantenendo il controllo delle attività. Recentemente era riuscito ad accedere anche alla disciplina dei bonus edilizi e sulla base dell’indagine parallela dell’Agenzia delle entrate di Varese, la frode sulla cessione del credito, solo per l’anno 2021, ammonterebbe a circa 7 milioni di euro – riporta testualmente l’articolo online. Si è stabilito che il modo con cui l’uomo conduceva i propri affari, nel tempo, aveva condizionato i meccanismi dell’economia locale, alterando gli equilibri della libera concorrenza e danneggiando le imprese nel settore edile della zona – viene evidenziato sul sito web. Approfittando della dichiarazione fittizia d’indigenza, l’imprenditore aveva, inoltre, avuto accesso anche ai ristori previsti per gli imprenditori e le aziende in difficoltà a causa della Pandemia – si legge sul sito web ufficiale. In realtà l’uomo, insieme alla sua famiglia, conduceva un elevato tenore di vita, confermato dall’analisi delle carte di credito da cui risultano spese continue e consistenti in abiti, viaggi e hotel di lusso – riporta testualmente l’articolo online.

E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, nelle ultime ore, dal servizio stampa della Polizia di Stato. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente nel presente articolo il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 11, anche mediante il sito internet della Polizia di Stato, sezione Stampa, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: poliziadistato.it

Può interessarti anche
- Advertisment -
Google search engine

Ultim'ora